• Facebook quadrato nero
  • Flickr base nera

© 2023 by JACK BANKS PHOTOGRAPHY. Proudly created with Wix.com
 

Fit - Festival Internazionale del Teatro e della Scena Contemporanea

Lugano

2015

passi in silenzio

2013

please, continue (hamlet)

Di Yan Duyvendak e Roger Bernat
Con Daniele Bernardi, Cinzia Morandi, Camilla Parini

 

Team Giuridico
Professionisti del Foro Ticinese

 

In un sobborgo popolare un giovane uccide il padre della sua amica. Lei lo accusa di assassinio, lui sostiene che è stato un incidente. Tre anni dopo si apre il processo. Per preservare l’anonimato delle persone coinvolte nel caso i loro nomi sono sostituiti da nomi di fantasia: l’imputato si chiama Amleto, la vittima Polonio e l’accusatrice Ofelia. Un caso universale che ha le radici in una storia vera: una drammaturgia del reale, una storia vicina ai grandi drammi classici trasposta nel mondo di oggi, qui e ora.
Il caso Amleto è trattato secondo le regole della procedura giudiziaria. E quasi tutto è vero: solo le parti di Amleto, di sua madre Gertrude e dell’amica Ofelia sono interpretate da attori. Tutti gli altri, dal giudice al procuratore pubblico, dall’avvocato difensore al perito psichiatrico, esercitano queste funzioni anche nella vita di tutti i giorni. “Please, Continue (Hamlet)” indirizza così la sua attenzione sui reali meccanismi di funzionamento dell’apparato giudiziario, per svelare come si fa giustizia ai giorni nostri.
un fatto di cronaca reale Duyvendak e Bernat hanno istruito un processo che è anche il canovaccio di un dramma teatrale che confonde i confini fra fiction e procedura reale. “Please, Continue (Hamlet)” stimola e provoca il senso civico di ogni spettatore nel suo rapporto con la giustizia, misurando lo scarto fra la definizione che ognuno di noi ne dà e quella che lo Stato ci rimanda.